Schede primarie

U.G.P.

Piano Strategico, Comitato di Gestione e Unità "Grande Pompei"

L'art. 1, comma 4, della L. 112/2013 dispone la costituzione di una struttura ad hoc per il rilancio economico-sociale e la riqualificazione ambientale e urbanistica dei comuni interessati dal piano di gestione del sito Unesco «Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata», nonché per potenziare l'attrattività turistica dell'intera area.

Tale struttura, dotata di autonomia amministrativa e contabile, è denominata Unità "Grande Pompei" (UGP); assicura lo svolgimento in collaborazione delle attività di interesse comune delle amministrazioni pubbliche coinvolte e la convergenza in un'unica sede decisionale di tutte le decisioni amministrative necessarie alla realizzazione dei piani, dei progetti e degli interventi strumentali al conseguimento degli obiettivi di rilancio economico-sociale e di riqualificazione suddetti.

Il Direttore Generale di Progetto del Grande Progetto Pompei assume la rappresentanza legale dell'UGP.

Il compito precipuo dell'UGP è pertanto quello di elaborare un "piano strategico", congruente e in completo accordo col Grande Progetto Pompei, completo di analisi di fattibilità, crono-programma, indicazione degli adempimenti di ciascun soggetto partecipante, nonché le fonti di finanziamento attivabili.

In particolare, il piano dovrà prevedere:

  • interventi infrastrutturali urgenti necessari a migliorare le vie di accesso e le interconnessioni ai siti archeologici e per il recupero ambientale dei paesaggi degradati e compromessi, prioritariamente mediante il recupero e il riuso di aree industriali dismesse, e interventi di riqualificazione e di rigenerazione urbana, nel rispetto del principio del minor consumo di territorio e della priorità del recupero;

  • azioni e interventi di promozione di erogazioni liberali, sponsorizzazioni e forme di partenariato pubblico-privato, nonché il coinvolgimento di cooperative sociali, associazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, organizzazioni non lucrative di utilità sociale o fondazioni interessate alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale;

  • il coinvolgimento degli operatori del settore turistico e culturale ai fini della valutazione delle iniziative necessarie al rilancio dell'area;

  • un accordo di valorizzazione ex art. 112 del Dlgs n. 42/2004, per lo sviluppo del percorso turistico-culturale integrato del sito Unesco «Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata», integrato nel processo di valorizzazione delle infrastrutture e dei settori produttivi.

Il "piano strategico" così elaborato sarà presentato dal DGP ed approvato da un Comitato di gestione appositamente istituito (art. 1, comma 5, della L. 112/2013, come modificato dal DL 83/2014; DPCM del 12.02.2014).

Tale Comitato di gestione è attualmente composto dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, che lo presiede, dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Politiche di Coesione territoriale e allo Sport, dal Presidente della Regione Campania, dal Sindaco della Città metropolitana di Napoli e dai Sindaci dei comuni interessati (Boscoreale, Boscotrecase, Castellammare di Stabia, Ercolano, Pompei, Portici, Torre Annunziata, Torre del Greco, Trecase).


Soprintendenza Speciale per i Beni archeologici di Pompei Ercolano Stabia

email: ssba-pes@beniculturali.it
pec: mbac-ssba-pes@mailcert.beniculturali.it

Informazioni per visitatori: pompei.info@beniculturali.it

+39 081 8575111

Grande Progetto Pompei
email: gpp@beniculturali.it
pec: mbac-gpp@mailcert.beniculturali.it
tel: +39 081 8575259 - fax: +39 081 8575270